ARPINO: CANDIDATA LAZIALE PER LA PROSSIMA CAPITALE D’ITALIA 2021

PHOTO-2020-02-15-18-11-19
Trieste: Capitale Europea della Scienza 2020
febbraio 15, 2020
PHOTO-2020-03-24-23-30-19
Il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci non si ferma! Dantedí su Italy Web Radio.
marzo 28, 2020
PicsArt_02-29-12.48.29

Arpino, patria di Cicerone, raccoglie ogni anno, nel corso di maggio, ragazzi di tutto il mondo per l’importantissima competizione di traduzione e commento di opere latine dello stesso Cicerone. Ad agosto, invece, si colora con gli stendardi delle varie contrade che sfilano in un pittoresco palio di giochi tradizionali tra buona cucina e saltarelli. Storia e leggenda si incontrano nelle vicende di “Arpinum”, ma ancor di più nella sua Acropoli di Civitavecchia, caratterizzata da mura poligonali, un arco a sesto acuto rarissimo al mondo e la torre medievale a base quadrata.
Fin dall’epoca romana, Arpino si distinse come centro laniero di grande rilevanza. Era diffusissima la produzione di lana nelle famiglie con telai e arcolai che oggi si possono ammirare nel Museo dell’Archeologia Industriale della Lana.
Rinomati anche il suo museo della liuteria e la celebre Fondazione Umberto Mastroianni, un luogo imperdibile per gli appassionati di arte, un museo a cielo aperto!
Ma l’obiettivo di Arpino come capitale italiana della cultura è un obiettivo condiviso e allargato a tutto il meraviglioso territorio ciociaro. E’ un’occasione importante per portare alla ribalta tutte le bellezze e le ricchezze di un territorio unico che si contraddistingue per la sua storia, tradizione, cultura e per il suo patrimonio paesaggistico… Come non menzionare la cascata nel centro storico di Isola del Liri, unica ed affascinante?
Un forte in bocca al lupo ad Arpino e a tutta la Ciociaria!

Gaia Fiorelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *